“Sui luoghi de La Ciociara, gli antichi cippi di confine ed Acquaviva”

Domenica 16 maggio – 

Fantastico e semplice trek in cui natura e storia s’incontrano per un salto nel passato.

Parco Naturale Regionale monti Ausoni e Lago di Fondi

Fioriture primaverili, cespugli di macchia mediterranea, pietraie e rocce caratterizzate da evidenti fenomeni carsici tipici degli Ausoni e degli Aurunci, vecchi cippi di confine in pietra posti nel 1847 a delimitare il territorio dello Stato Pontificio da quello borbonico ed i resti di un piccolo borgo fortificato medievale, il castello di Acquaviva arroccato su un cucuzzolo dei Monti Ausoni, nel tratto che separa la Piana di Fondi dalla valle dove sorge Vallecorsa, in una posizione strategica invidiabile (Il sito nel 2004, è stato nominato dalla Regione Lazio, “Monumento naturale”) e flashback sono le peculiarità che caratterizzano il nostro trek.

Per il pranzo sosteremo in un area pic nic da dove si gode un ottimo panorama sul castello, sulla Piana di Fondi, sul lago, sul Tirreno e sulle isole.

 

Dell’insediamento di Acquaviva risalente all’XI sec. d.C. si sa che, quando nel 1469 i Caietani d’Aragona, signori di Fondi, cedettero ai Colonna l’abitato di Acquaviva, questo fosse già disabitato.

La trasformazione in rovine probabilmente è da ricondursi, alle vicende relative allo storico tentativo di rapimento nel 1543 da parte di Khair ed Din Bey” di Algeri il pirata Barbarossa, della celebre e bellissima Giulia Gonzaga vedova di Vespasiano Colonna, conte di Fondi, famosa non solo per la sua avvenenza ma anche per la sua intelligenza e cultura. Nella sua corte presso il castello di Fondi, ospitò anche Torquato Tasso. Giulia Gonzaga, prima che i “Barbareschi” riuscissero ad espugnare il castello, riuscì, grazie al  sacrificio di valorosi fedelissimi a porsi in salvo  mediante una cavalcata notturna attraverso Lenola, il Passo della quercia del Monaco, verso Vallecorsa e Roma.

Durante la seconda guerra mondiale Alberto Moravia e la moglie Elsa Morante vissero per nove mesi da sfollati tra Vallecorsa e Fondi nel pagliaro di un amico contadino, Case Marrocco. In quei mesi Moravia iniziò a scrivere La ciociara. La ciociara è la storia delle avventure di due donne, madre e figlia, sfollate da Roma e finite nelle retrovie del fronte di guerra della linea Gustav. Il romanzo intreccia le giornate di Cesira e Rosetta con le vicende della guerra: i bombardamenti dei paesi, la carenza alimentare, le retate dei tedeschi, la distruzione delle case e lo sfollamento dei paesi, la borsa nera, gli stupri di massa ad opera dei marocchini.

« Era veramente come se fosse stata domenica e ci fosse stata la fiera. La strada era piena di contadini e di soldati e tutti fumavano sigarette e mangiavano caramelle americane e si godevano il sole e la libertà come se fossero state una sola cosa, e il sole senza la libertà non avesse avuto né luce né colore e la libertà non ci fosse stata finché era durato l’inverno e il sole era rimasto nascosto tra le nuvole. Tutto era naturale, insomma, come se quello che era accaduto fin allora fosse stato contro natura; e finalmente dopo tanto tempo la natura avesse ripreso il sopravvento »     da “La Ciociara” di Alberto Moravia

Leggeremo brani tratti da “La Ciociara” di Alberto Moravia…..

📖 Dati tecnici:

» Difficoltà: E –  (Vedi cosa significa)
» Dislivello: 300 m
» Durata (soste escluse): 5 ore
» Amici a 4 zampe: consentito

✅ Prenotazione:

Per prenotare inviare un messaggio al 350 045 1320 Anna. (Per favorire una migliore organizzazione si invita a non prenotare all’ultimo minuto).

Qualora sia la prima uscita con la “Compagnia dei Viandanti”, indicare nome e cognome, codice fiscale e paese di residenza.

🚗 Ritrovo:

ore 8.30 parcheggio casello autostradale Ceprano https://maps.app.goo.gl/gNWed4epC5Kp25aF9

ore 9.20 Vallecorsa luogo esatto  dell’appuntamento al momento della prenotazione 

💰 Quota di partecipazione:

– soci Compagnia dei Viandanti: 8 € adulti, 3 € minori accompagnati, i “non soci” possono partecipare in qualità di “cliente della guida”, rispettando i regolamenti dell’associazione. La quota di partecipazione è 12 € adulti, 5 € minori accompagnati.

– Modalità di pagamento: il pagamento può essere fatto in contanti la mattina, rispettando le modalità previste nelle disposizioni anti contagio COVID19, oppure anticipatamente tramite Satispay, Hype, N26, bonifico o Paypal.

» La Quota comprende: Guida Aigae, Assicurazione Responsabilità Civile, la quota NON comprende il pranzo al sacco, il viaggio e polizze assicurative infortuni/vita individuali.

» Il tesseramento alla «Compagnia dei Viandanti» comprende anche il tesseramento individuale a «Escursioni Italia Club» che consente l’iscrizione gratuita all’app «Trip&Trek» e la copertura assicurativa individuale infortuni, morte e rimborso spese mediche. La copertura assicurativa, valida 12 mesi, è operante per i rischi occorsi durante l’espletamento delle attività organizzate in Italia da Guide AIGAE iscritte ad EIC.
Le garanzie operano senza limiti di età e in tutto il mondo.

» Il tesseramento alla «Compagnia dei Viandanti», come da normativa vigente, decorre con l’iscrizione nel “libro soci”

» Assicurazione infortuni individuale: è possibile richiedere l’attivazione di una polizza con validità giornaliera, al costo di € 1,00 oppure di una polizza ANNUALE al costo di soli 10,00 € valida per tutte le escursioni con qualsiasi guida Aigae iscritta ad EIC (suggerisco di farla ne vale veramente la pena).

💯 Obbligatorio, vestiario, cibo:

obbligatorio scarponi da trekking (no scarpe da ginnastica) e poncho per la pioggia, acqua e snack (frutta secca, ecc …), pranzo leggero e facilmente digeribile …  Consigliato no cotone sulla pelle (non si asciuga mai) meglio magliette tecniche e abbigliamento a cipolla (così da potersi alleggerire per non sudare).

Note:  L’escursione è organizzata dalla guida Anna Rita per conto della “Compagnia dei Viandanti” , ed è iscritta all’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche con codice LA548 e al Registro Italiano delle Guide Ambientali Escursionistiche tenuto presso il Ministero dello Sviluppo Economico. La guida, in quanto responsabile dell’organizzazione, si riserva il diritto di annullare o modificare l’itinerario proposto a sua discrezione, per garantire la sicurezza dei partecipanti.

🌍 Aggiornamenti: se vuoi essere informato sulle attività delle guide della Compagnia dei Viandanti invia un messaggio al 3291242393 tramite WhatsApp con il testo “richiesta programmi, nome e cognome”, oppure iscriviti al canale Telegram https://t.me/compagnia_dei_viandanti

Accompagna: Anna Rita Guida Aigae tessera n. LA548 – Cell. 350 045 1320

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *