© Compagnia dei Viandanti 2008 - 2019 * info@compagniadeiviandanti.com - tel. 0775 1881508 / 329 1242393
Compagnia dei Viandanti
Gli specialisti del turismo lento
Un fiume quasi sconosciuto, affluente di destra del Tevere. Un paesaggio ombroso e verdeggiante, dove le acque hanno scavato nei tufi vulcanici forre profonde e ramificate. Presenze animali diffuse ma discrete, spesso denunciate solo da segni colti da chi sa interpretarli: gli aculei dell'istrice, l'impronta del cinghiale, il richiamo acuto e interrogativo della poiana. E poi i paesi di Calcata e Mazzano Romano, due microcosmi cui affacciarsi in punta di piedi. Un'area protetta singolare, nel panorama pur vario dei parchi del Lazio. Il Treja è un modesto corso d'acqua che sorge dai monti Sabatini per confluire nel Tevere all'altezza di Civita Castellana. Sono circa 30 km di percorso nei quali attraversa una campagna in buona parte coltivata, ma le acque nel tempo hanno creato un mondo ancora selvatico: è quello delle forre, scavate nei teneri tufi dell'antico vulcano sabatino. Le cascate di Monte Gelato sono uno dei luoghi più incantevoli della Valle del Treja, fiume che nasce dai Monti Cimini, attraversa il Lazio e raggiunge Monte Gelato. Qui il Treja mostra tutto il suo vigore nelle naturali cascate immerse nella fitta vegetazione: un panorama tanto affascinante che non poteva essere ignorato dal mondo cinematografico; sono infatti state girate qui alcune scene di: «Francesco Giullare di Dio» (1950) di Rossellini, «Per grazia ricevuta» di Nino Manfredi, «Lo chiamavano Trinità» con Bud Spencer, «Superfantozzi» con Paolo Villaggio e la fiction «I Cesaroni» Il nostro itinerario parte da Calcata (che visiteremo nel pomeriggio) arriva alle splendide cascate di Monte Gelato e regala quel tocco di avventura che non guasta: il percorso segue il fiume Treja per circa 7 km all’interno di un bosco costeggiato da tombe etrusche abbandonate. Una volta arrivati alle cascate sarete ripagati dalla fatica per la loro bellezza, anche se la stagione non consentira’ un bagno ristoratore.   » Raduno: ore 7:00 a Frosinone - Canarino » Difficoltà: E (vedi) » Dislivello: 400 m circa » Distanza: percorso lungo km 14,00 circa » Durata: 7:00 h escluse sote » Tipo percorso: sentiero » Amici a quattro zampe: consentito » Equipaggiamento: giacca, guanti, cappello, scarponcino alto (obbligatorio), bastoncini da trekking (consigliati), giacca antipioggia e antivento, pranzo al sacco, acqua (almeno 1,5 lt), pila frontale, occhiali da sole. » Viaggio: auto proprie. Al punto di ritrovo ci si organizzerà al fine di utilizzare il minor numero possibile di autovetture. » Prenotazione: messaggio (sms, whatsapp, telegram) al 329 1242393 entro le ore 19 del giorno antecedente l’escursione. Qualora sia la prima uscita con la Compagnia dei Viandanti indicare nome, cognome, luogo e data di nascita. » Quota di partecipazione: adulti € 10,00 - minori € 3,00 » Quota di partecipazione soci «Compagnia dei Viandanti»: adulti € 5,00 - minori € gratuita » La quota comprende: organizzazione, guida, assicurazione responsabilità civile verso terzi, polizza infortuni individuale (su rischiesta al momento dell’iscrizione) » La quota comprende: Accompagnamento, Assicurazione Responsabilità Civile » Assicurazione infortuni individuale giornaliera: è possibile attivare, su richiesta al momento dell’iscrizione, una polizza con validità giornaliera, fino alle ore 00.00 del giorno successivo a quello impostato come decorrenza, al costo di € 2,00. Le condizioni assicurate sono: capitale morte € 50.000 - capitale invalidità permanente € 100.000 - franchigia del 3% su tabella lesioni - capitale RSM da infortunio € 2.000 - franchigia RSM da infortunio € 100 » Viaggio: con mezzi popri » Accompagnatori: Stefano Gaetani, iscritto al registro delle Guide Ambientali e Escursioniste presso il Ministero dello Sviluppo Economico con codice La372 Note: Le guide si riservano il diritto di annullare o modificare l’itinerario proposto a loro discrezione, per garantire la sicurezza o in base alle condizioni del meteo del sentiero e dei partecipanti. Aggiornamenti: se vuoi essere informato sulle nostre attività invia un messaggio di richiesta (sms, whatsapp, telegram) al 329 1242393

Venerdì 1 novembre 2019

Camminare per Conoscere

«La Valle del Treja e le

cascate di Monte Gelato»

Compagnia dei Viandanti
© Compagnia dei Viandanti 2008 - 2019 info@compagniadeiviandanti.com tel. tel. 0775 1881508 / 329 1242393
Un fiume quasi sconosciuto, affluente di destra del Tevere. Un paesaggio ombroso e verdeggiante, dove le acque hanno scavato nei tufi vulcanici forre profonde e ramificate. Presenze animali diffuse ma discrete, spesso denunciate solo da segni colti da chi sa interpretarli: gli aculei dell'istrice, l'impronta del cinghiale, il richiamo acuto e interrogativo della poiana. E poi i paesi di Calcata e Mazzano Romano, due microcosmi cui affacciarsi in punta di piedi. Un'area protetta singolare, nel panorama pur vario dei parchi del Lazio. Il Treja è un modesto corso d'acqua che sorge dai monti Sabatini per confluire nel Tevere all'altezza di Civita Castellana. Sono circa 30 km di percorso nei quali attraversa una campagna in buona parte coltivata, ma le acque nel tempo hanno creato un mondo ancora selvatico: è quello delle forre, scavate nei teneri tufi dell'antico vulcano sabatino. Le cascate di Monte Gelato sono uno dei luoghi più incantevoli della Valle del Treja, fiume che nasce dai Monti Cimini, attraversa il Lazio e raggiunge Monte Gelato. Qui il Treja mostra tutto il suo vigore nelle naturali cascate immerse nella fitta vegetazione: un panorama tanto affascinante che non poteva essere ignorato dal mondo cinematografico; sono infatti state girate qui alcune scene di: «Francesco Giullare di Dio» (1950) di Rossellini, «Per grazia ricevuta» di Nino Manfredi, «Lo chiamavano Trinità» con Bud Spencer, «Superfantozzi» con Paolo Villaggio e la fiction «I Cesaroni» Il nostro itinerario parte da Calcata (che visiteremo nel pomeriggio) arriva alle splendide cascate di Monte Gelato e regala quel tocco di avventura che non guasta: il percorso segue il fiume Treja per circa 7 km all’interno di un bosco costeggiato da tombe etrusche abbandonate. Una volta arrivati alle cascate sarete ripagati dalla fatica per la loro bellezza, anche se la stagione non consentira’ un bagno ristoratore.   » Raduno: ore 7:00 a Frosinone - Canarino » Difficoltà: E (vedi) » Dislivello: 400 m circa » Distanza: percorso lungo km 14,00 circa » Durata: 7:00 h escluse sote » Tipo percorso: sentiero » Amici a quattro zampe: consentito » Equipaggiamento: giacca, guanti, cappello, scarponcino alto (obbligatorio), bastoncini da trekking (consigliati), giacca antipioggia e antivento, pranzo al sacco, acqua (almeno 1,5 lt), pila frontale, occhiali da sole. » Viaggio: auto proprie. Al punto di ritrovo ci si organizzerà al fine di utilizzare il minor numero possibile di autovetture. » Prenotazione: messaggio (sms, whatsapp, telegram) al 329 1242393 entro le ore 19 del giorno antecedente l’escursione. Qualora sia la prima uscita con la Compagnia dei Viandanti indicare nome, cognome, luogo e data di nascita. » Quota di partecipazione: adulti € 10,00 - minori € 3,00 » Quota di partecipazione soci «Compagnia dei Viandanti»: adulti € 5,00 - minori € gratuita » La quota comprende: organizzazione, guida, assicurazione responsabilità civile verso terzi, polizza infortuni individuale (su rischiesta al momento dell’iscrizione) » La quota comprende: Accompagnamento, Assicurazione Responsabilità Civile » Assicurazione infortuni individuale giornaliera: è possibile attivare, su richiesta al momento dell’iscrizione, una polizza con validità giornaliera, fino alle ore 00.00 del giorno successivo a quello impostato come decorrenza, al costo di € 2,00. Le condizioni assicurate sono: capitale morte € 50.000 - capitale invalidità permanente € 100.000 - franchigia del 3% su tabella lesioni - capitale RSM da infortunio € 2.000 - franchigia RSM da infortunio € 100 » Viaggio: con mezzi popri » Accompagnatori: Stefano Gaetani, iscritto al registro delle Guide Ambientali e Escursioniste presso il Ministero dello Sviluppo Economico con codice La372 Note: Le guide si riservano il diritto di annullare o modificare l’itinerario proposto a loro discrezione, per garantire la sicurezza o in base alle condizioni del meteo del sentiero e dei partecipanti. Aggiornamenti: se vuoi essere informato sulle nostre attività invia un messaggio di richiesta (sms, whatsapp, telegram) al 329 1242393

Venerdì 1 novembre 2019

Camminare per Conoscere

«La Valle del Treja

e le cascate di

Monte Gelato»